Confronta gli annunci

Ecobonus e Sismabonus: tutto ciò che devi sapere

  • 16 Giugno 2020
  • News
  • 0
Ecobonus e Sismabonus: tutto ciò che devi sapere

Una delle principali misure introdotte dal Governo italiano per risollevare l’economia del paese è il cosiddetto Decreto Rilancio, che grazie all’Ecobonus 2020 concede di usufruire di importanti detrazioni fiscali a chi ha in proprietà un’abitazione datata e intende efficientarla energeticamente e/o ridurne il rischio sismico.

Dopo l’emergenza sanitaria di inizio 2020 e le sue ripercussioni economiche, la conversione della legge n. 34 del 19 maggio 2020 del Decreto Rilancio nella legge n. 77 del 17 luglio 2020 ha comportato l’introduzione di misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19”.

Una delle novità introdotte e accolte con maggiore curiosità e interesse riguarda il Superbonus, che eleva al 110% l’aliquota detraibile dalle imposte per una serie di spese sostenute a fronte di interventi di efficientamento energetico operati su edifici esistenti dal 1° luglio fino al 31 dicembre 2021.

Il principio cardine su cui si basa il Superbonus 110% è proprio quello di riqualificare energeticamente gli immobili già esistenti.
Per migliorarli sismicamente entra invece in gioco il Sismabonus 2020, che prevede la detrazione del 50% fino ad un importo complessivo delle spese di 96.000 euro per lavori di adeguamento antisismico, eseguiti sempre nell’arco temporale compreso tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021.

Non dimentichiamo che una casa soggetta a riqualificazione energetica e sismica acquisisce un maggiore valore immobiliare nel mercato. Tutti questi bonus, pertanto, non potrebbero che arrivare in un momento migliore per chi è intenzionato a riqualificare la sua proprietà immobiliare per poi metterla in vendita.

Lo ripetiamo ancora una volta: la volontà della legislatura italiana è la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente. Attenzione infatti che le agevolazioni del Superbonus 110% non coprono la costruzione di una nuova casa, né quegli interventi che comportano un aumento di volume dell’abitazione (anche se già esistente), ma solo la sua ristrutturazione o la sua demolizione per ricostruirla nuovamente.

Restano inoltre esclusi dai benefici del Superbonus 110% le ville di lusso, le abitazioni signorili e i castelli. Inclusi sono invece i condomini e le loro parti comuni, le case a schiera e le villette indipendenti, unifamiliari e bifamiliari. Comprese sono anche le “seconde case”.
A spiegare per bene come funziona il Superbonus è la guida pubblicata nel sito dell’Agenzia delle Entrate.

 

Bonus ristrutturazioni casa: quali sono gli interventi riconosciuti?

La detrazione fiscale a beneficio dei cittadini comprende gli interventi e le spese sostenute ai fini di:

  • miglioramento termico dell’edificio (cappotto, coibentazioni, pavimenti, finestre e infissi);
  • installazione di impianti solari fotovoltaici;
  • installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici;
  • sostituzione degli infissi;
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale (installazione di impianti dotati di caldaie a condensazione, pompe di calore ad alta efficienza e impianti geotermici a bassa entalpia);
  • interventi di domotica, per esempio installazione di dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento;
  • riqualificazione energetica dell’abitazione;
  • riduzione del rischio sismico (Ecobonus).

Ammessi sono anche i lavori finalizzati all’abbattimento di barriere architettoniche, ma solo se realizzati congiuntamente a uno o più interventi trainanti, quali: cappotto termico, sostituzione di impianti di climatizzazione o misure antisismiche.

Per essere applicate le agevolazioni fiscali è inoltre necessario certificare che gli interventi effettuati e rientranti nell’Ecobonus abbiano apportato il miglioramento energetico di almeno due classi energetiche, mentre per quanto riguarda il Sismabonus l’incremento deve essere di almeno una.

 

Ecobonus 2020: importo massimo della spesa detraibile

In base alla tipologia di lavoro effettuato, l’importo massimo detraibile varia come di seguito specificato:

  • 100.000 euro per gli interventi di riqualificazione energetica;
  • 60.000 euro per gli interventi sull’involucro dell’edificio;
  • 60.000 euro anche per l’installazione di pannelli solari;
  • 30.000 euro per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale.

 

Hai in programma di ristrutturare una tua proprietà immobiliare per poi metterla sul mercato? Salvati i nostri recapiti (+39 0471 813632 | info@ifa-immobilien.it) e proponici il tuo immobile a tempo debito.

Se invece sei in cerca di una casa in vendita o in affitto a Bolzano e provincia, corri subito nel nostro sito a dare un’occhiata alle numerose proprietà immobiliari completamente ristrutturate e messe a nuovo disponibili: una di queste potrebbe presto diventare tua!

Post correlati

  • News

Cosa fa aumentare il prezzo di un immobile?

Il valore reale e di mercato di un immobile viene stabilito da diverse componenti, tra queste...

Continua a leggere
  • News

È meglio comprare una casa al mare o in montagna?

Seconda casa al mare o in montagna? Quando si sceglie dove comprare casa vanno presi in...

Continua a leggere
  • News

Perché comprare una casa al grezzo conviene

Per capire bene cosa significa immobile al grezzo devi immaginare un cantiere. Pensa alle mura...

Continua a leggere

Partecipa alla discussione